Youth Sing Europe, ovvero l’Europa trasformata in canzone

Youth Sing Europe
Il logo di Youth Sing Europe

Raccontare l’Europa, descriverne i valori e la storia delle sue istituzioni, per capire da dove veniamo e qual è lo spirito che unisce i Paesi dell’Unione sotto il segno dell’integrazione. Ma farlo con il linguaggio universale per eccellenza – la musica – e con le canzoni che cantano di Europa sotto decine di sfumature, o con gli artisti che ne hanno fatto la storia con i loro brani e le loro trovate. Questo è l’obiettivo di Youth Sing Europe, il nuovo progetto firmato dall’associazione Rock10elode, realizzato con il contributo del Parlamento Europeo e il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana.

«Dopo diversi anni di attività dedicate alla valorizzazione della creatività musicale dei giovani artisti della nostra città, nel 2021 Rock10elode vuole aprire la sua strada verso l’Europa – racconta Gianni Zichichi, presidente e fondatore dell’associazione – . Il progetto ha iniziato a prendere forma già nel 2019, con l’esperienza di LivEuropa, che ha portato i ragazzi di alcuni licei palermitani a Bruxelles, per toccare con mano l’Europa e capire in maniera pratica cosa fa per i suoi cittadini».

Youth Sing Europe si articola in tre fasi:

 

  • From Palermo to the Conference of Europe (Fase 1: febbraio/aprile 2021 – primo appuntamento 26 febbraio, in collegamento diretto con la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles) è il momento “informativo”, in cui i giovani partecipanti verranno sensibilizzati nella prospettiva della Conferenza sul futuro dell’Europa e condotti – attraverso attività svolte in collegamento con il Parlamento Europeo – alla conoscenza di argomenti come la storia dell’integrazione europea, le politiche giovanili dell’UE, le opportunità di lavoro e di volontariato per i giovani, la partecipazione attiva allo sviluppo delle politiche dell’UE, il funzionamento del Parlamento Europeo (con simulazione di una sessione del Parlamento Europeo);
  • Sing Your Rights (Fase 2: aprile/giugno 2021) è il momento musicale, che prevede invece la realizzazione di un laboratorio di cantautorato e ha come obiettivo l’educazione dei giovani ai diritti tutelati dall’Unione Europea attraverso la scrittura di testi musicali in forma canzone;
  • Contest (Fase 3: giugno/luglio 2021) è la “sfida” finale, che premierà le migliori canzoni sui temi dell’integrazione europea realizzate nell’ambito del progetto. L’artista, o gli artisti, vincitore del contest volerà gratuitamente (viaggio, vitto e alloggio) al Parlamento Europeo, per conoscere e toccare con mano i luoghi e la storia dell’Unione.

Tutte le attività sono previste attualmente in modalità online e destinate prioritariamente a un gruppo di cinquanta studenti delle scuole secondarie di tutta la Sicilia. Possono partecipare anche studenti universitari sotto i 25 anni. Per iscriversi è necessario compilare il form disponibile all’indirizzo https://forms.gle/imjp4eU3wgULQnAdA entro e non oltre il 7 febbraio. Tutti i partecipanti riceveranno attestati di partecipazione utili anche per le attività di educazione civica previste dai programmi scolastici.